Leisure Suit Larry: Box Office Bust! (by Marin)

maggio 19, 2009 at 9:40 pm (PC)

Leisure Suit Larry: Box Office Bust!, recensione di Marin.

Sono sempre stato un appassionato della serie di LSL da quando ho giocato con un emulatore al vecchio LSL2. Questa serie di giochi, che mescolava un umorismo maturo e goliardico con la giocabilità tipica delle avventure grafiche di quei bellissimi tempi, è stata brutalmente modificata dal precendente episodio “Magna Cum Laude”, che ne cambiava radicalmente l’impostazione, tramutando una serie di avventure grafiche in una serie di minigiochi. L’umorismo non ne era uscito troppo con le gambe rotte comunque e anzi riusciva a divertire tranquillamente nonostante il cambiamento di stile e di Protagonista (infatti il vecchio veniva mandato in pensione e il giocatore controllava Larry, il nipote sfigato). Finito il college (ambientazione azzeccatissima di “Magna Cum Laude”) il nostro protagonista viene assunto dallo zio nei suoi grandi studi cinematografici per scovare una presunta talpa e soprattutto per compiere dei lavoretti per dei vari comprimari.

Natale a…

La prima cosa che un appassionato di LSL nota è come l’umorismo del gioco sia profondamente cambiato. Dalle battute allusive e divertenti si passa ora a stupidi giochi di parole (incomprensibili nella versione italiana se non avendo una buona conoscenza dell’inglese gergale)(a proposito,il gioco è sottotitolato in italiano ma il parlato resta fortunatamente inglese,con un ottima recitazione di attori professionisti come Carmen Electra) volgari e senza senso; giocando a questo BOB sembra di assistere ad un film di Boldi e DeSica, con l’accento posto su peti, parolacce e porno. E’ scomparsa la dimensione allusiva alla sfera sessuale: ora il protagonista è inutilmente pedante ed insopportabile, anche se spesso alcuni commenti che bucano la quarta parete fanno sorridere.I comprimari sono tutte macchiette appena abbozzate, a cominciare dalle attrici inevitabilmente tettone, stupide e acide. Per non parlare del grande divo, che riesce ad eccitarsi solo facendo sesso con degli animali. Quello che era la parte più importante della serie,la trama, si è rivelata un semplice collage di scenette spesso nemmeno collegate che non aiutano certo ad immedesimarsi nel gioco.

Non siamo Casualoni!

… non vogliamo inutili raccolte di minigiochi fatti male!Infatti non c’è altro modo di definire questo gioco: un ammasso di minigiochetti stupidi e pieni di bug. L’impostazione principale è quella di un platform in terza persona free roaming per gli studi cinematografici, con tanto di possibilità di rubare una vettura elettrica per scorrazzare allegramente (per modo di dire,il sistema di guida è pessimo) in questa specie di Hollywood dei poveri. Dopo aver accettato una missione (non che ci sia molto altro da fare) si viene incaricati di vari impieghi: consegnare pacchi, scattare foto compromettenti, rubare un certo oggetto, piazzare dei fuochi d’artificio, picchiare degli stuntman… niente di particolarmente trascendente,anzi. Le sessioni di cecchino (In prima persona,con le armi!Sic.) sono terribili e rese difficoltose dall’impossibilità di usare il mouse. Per non parlare dei combattimenti! Se alcuni sembrano troppo facili altri sono davvero impossibili;il tasto di parata di solito è un puro orpello grafico e i nemici sono dei bersagli imprendibili se non prendendo a nostra volta degli sganassoni. Le sezioni platform riescono anche ad essere apprezzabili se non fosse per la lentezza di alcune azioni (come l’aggrapparsi ai cornicioni o il salire le scale) che interrompono il ritmo e soprattutto per la telecamera emancipata che fa veramente quello che vuole. Simpatico almeno il minigiochino per rimorchiare le donne, anche se non è possibile fallire il che affossa la sfida. E’ invece possibile morire per ogni sciocchezza in questo gioco: infatti, Larry avrà la sua bella barretta vitale che si svuoterà al primo salto andato male… probabilmente a causa della telecamera.

E’ surreale !

Già,anche questo gioco fa uso del Unreal Engine 3. O almeno così pare: infatti la grafica,anche se piacevole nella realizzazione di alcuni personaggi e ambientazioni, è nel complesso insufficiente: gli edifici sembrano usciti da Worms Mayhem,e così i veicoli. Non c’è traccia di effetti grafici di alcun tipo né di alcun menù che regoli la grafica : andanso su “Visualizzazione” ci sarà mesta solo l’opzione per sottotitoli e risoluzione. Un vero peccato anche lo stile grafico: se Magna Cum Laude aveva uno stile simpatico e piacevole,con personaggi anche ben caratterizzati nonostante la pochezza grafica ora i personaggi sembrano zombies dalla testa troppo cresciuta e dalle animazioni tristissime(a parte rare eccezioni, come Ginger)

A furore Nerdorum libera nos, Domine.

Questo nuovo capitolo di Leisure Suit Larry, vuoi per la rinnovata assenza di Al Lowe al comando vuoi per il nuovo approccio, proprio non ce la fa. L’ingresso nella next gen di quella che è stata una gloriosa serie di avventure grafiche è terribile: ci sono poche cose salvabili, nessuna di queste fondamentali. Giocabilità pessima, grafica terribile e soprattutto una volgarità stantia e fastidiosa. La morte dei Lovage?

Pro:
+Alle volte,fa ridere.
+Se siete alla frutta forse può eccitarvi.
Contro:
-Giocabilità Ingiocabile(ahahah!Gioco di parole!…Uccidetemi.)
-Stile grafico insopportabile
-Condivide l’umorismo di Natale in India.
-Dura tanto.
-Alla fine neanche si vede il sesso!(se state molto alla frutta.)
Voto: 22/100

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: