San Valentino di Sangue 3D (by Marin)

maggio 12, 2009 at 9:21 pm (Recensioni Film)

San Valentino di Sangue 3d, recensione film di Marin.

San-Valentino-di-sangue-Poster-Italia

Spacciata come l’arma definitiva contro la pirateria che incombe come una spada di damocle sulla cinematografia (e sulla musica, e sui videogiochi, e sui telefilm, e un po’ su tutti i media in effetti) la tecnologia 3D è ormai da un po’ approdata anche in Italia. Se finora francamente non avevo trovato interessanti proposte in questo ambito (Mostri contro Alieni?Viaggio al centro della Terra?Ma per favore.) finalmente è uscito un film “serio” che fa uso di questa “rivoluzionaria”(in realtà presente da innumerevoli anni con alti e bassi) tecnologia: San Valentino di Sangue. E se ne vedrà molto,di sangue.
La storia, remake di un film del 1981, “Il Giorno Di San Valentino”, definito da Tarantino “Il miglior splatter di tutti i tempi” (E già per questo in effetti meriterebbe una visione), prende le mosse da un incidente minerario nella tranquilla città di Harmony causato da un minatore inesperto,Tom Hanniger, figlio del padrone della miniera. In questo incidente perderanno la vita molti minatori ma si salveranno il già citato Tom Hanniger e Harry Warden,che però finirà in coma. Un anno dopo l’incidente, nel giorno di San Valentino, Harry si risveglia dal coma e lascia una scia di sangue dall’ospedale in cui era curato fino alla miniera stessa,dove i ragazzi del luogo stavano facendo festa allegramente e ignari. Dopo una strage compiuta essenzialmente a picconate (notare lo stile. E’ esaltante vedere la gente morire per un piccone-o con una vanga in un caso) viene abbattuto dalla polizia nella miniera;lascia dietro di sé ventidue allegri cadaveri e una generazione di Harmonini (si dirà così??) traumatizzati. Timeskip di dieci anni: una serie di misteriosi omicidi, coincidente con il ritorno di Tom Hanniger in città, scuote nuovamente la piccola comunità mineraria di Harmony. E’ A) Harry Warden tornato per la vendetta? O è B) solo un pretesto per farci godere con morti improbabilmente violente? (Mentalmente: segna B.). A parte gli scherzi, la morte imperversa nuovamente per le candide strade della cittadina, con lo stesso modus operandi del buon caro deceduto folle omicida. Lo sceriffo locale indaga; Chi è l’assassino? In un escalation di dubbi e colpi di scena il sangue scorre a fiumi. L’intreccio è realizzato inaspettatamente bene ed è facile dubitare fino alla fine su chi sia il vero assassino. Per un attimo si arriva a credere che si tratti davvero dello spettro del minatore( sembra paradossale, ma dopo “Scream” non è più lecito ritenere possibile che le vecchie leggende che tornano a mietere vittime siano davvero le vecchie leggende stesse)! Ma ovviamente, non spariamoci idiozie in faccia. Sappiamo benissimo che il vero motivo per cui si va a vedere questo film è il 3d(a meno che non abitiate in ridenti località prive di cinema adeguati; in tal caso,beh, non è un filmaccio comunque. Molto meglio della media dei film horror adolescenziali sicuramente.) che esprime tutte le sue potenzialità. E’ infatti esaltante veder volare il sangue e il piccone diritto verso di te; i titoli di testa in sovrimpressione e i fucili puntati sulla folla sembrano tangibili. E’ molto azzeccato anche lo staccare i personaggi principali dal fondo, rendendoli più vivi e
permettendo una maggiore focalizzazione ed immersione negli eventi. Anche se personalmente ho trovato il momento migliore dell’intera pellicola il lancio verso lo scherma di una mandibola staccata di fresco a picconate. Genio puro? In definitiva, se non vi aspettate un Truffaut o amate gli Horror in generale non siate scettici verso questo film (anche io inizialmente lo ero) : è fatto davvero bene. Piccola avvertenza finale: se avete dei problemi di vista, non toglietevi comunque gli occhiali. La visione di questo film è difficoltosa soprattutto in caso di Miopia,in quanto gli occhialetti 3D acuiscono i difetti della vista. Per chi invece è,come me, leggermente daltonico, beh,non c’è molto da fare. Gli ambienti prevalentemente scuri, resi ulteriormente scuri dagli occhialetti, rendono le
situazioni talvolta un po’ confuse. Peccato.

Voto: 79/100 (E’ tanto per un Horror!)

3 commenti

  1. Dago said,

    la faccio quella di angeli e demoni!tra qualche giorno penso la vedrai.

  2. il Dave said,

    Ammetto che mi hai incuriosito un sacco con questa rece :asd:

  3. Dany said,

    Ottima la recensione…ma non vado molto pazzo per i film horror😄, ma avete recensito anche angeli e demoni che è uscito credo oggi nelle sale?? è un film molto atteso da quanto sto vedendo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: