A.I.A.P. (Alpha Infantry Assault Platoon), by Dago

aprile 16, 2009 at 1:52 pm (Anteprime Videogames)

ANTEPRIMA A.I.A.P. By Dago

Link all’intervista:https://recensiscasi.wordpress.com/2009/04/16/intervista-su-aiap-a-otrebla_snake-by-dago/

Girando per la rete molte cose possono stupirci,appassionati che creano flash game o mini giochi,immensi forum e molto altro,ma difficilmente qualcosa lasciare a bocca aperta come A.I.A.P.(Alpha infantry Assault Platoon)

scene1

QUANDO LA GUERRA fa MALE DAVVERO

Mi sono informato subito appena sono entrato in contatto con il progetto,e come non detto, i riultati sono stati ottimi.A.I.A.P. È uno sparatutto realistico alla Opereation Flashpoint,ma innovativo in alcuni versi.Il team di sviluppo capitanato da Alberto è di non-professionisti,(quindi non pragrammatori per lavoro) che creano questo gioco per passione. La trama è decisamente molto originale e si discosta dai canoni odierni.Nel 2001, dopo l’attacco alle Twin scene2Towers, scoppia una guerra in Iraq che si espande poi fino all’Afghanistan e molti altri territori vicini. La guerra dura più di quanto tutti potessero pensare e le vittime della guerra sono, soprattutto da parte civile, moltissime. Tuttavia si riaccende un barlume di speranza con l’elezione di un nuovo presidente negli USA ,piuttosto giovane ,che sfortunatamente viene cacciato da un colpo di stato da parte dell’estremista Jack Thompson che continua il massacro in Medio Oriente. Nel 2009, scoppia una profonda crisi economica. Contemporaneamente, il presidente americano dichiara guerra all’Europa, per conquistarla. Cadono per primi il Portogallo e la Spagna.Un’altra crisi economica colpirà la Russia questa volta,che per salvarsi si alleerà con la NATO(o quello che ne rimane).Quindi tutto il mondo contro un dittatore filo-nazista che ha preso il potere in america;ma questo non è tutto: in futuro scoppierà una guerra civile in Italia. Dovremo quindi abbandonare i nostri compagni della NATO e del Patto di Varsavia (se vogliamo chiamarli così) per combattere nel nostro paese.(avete capito bene saremo un soldato italiano).
Anche il gameplay risulta interessante:”come si sarà già capito, il sistema dei danni di A.I.A.P. sarà piuttosto realistico: un colpo ad un braccio c’impedirà di mirare bene mentre un colpo alla gamba ci lascerà zoppicanti. Un colpo al torace ci rallenterà leggermente e stancherà il personaggio con maggiore facilità. Certamente, guidiamo un essere umano: non può sopportare troppi colpi. Fortunatamente ci sarà la figura del medico che, per quanto non stravolgerà la nostra situazione, potrà rimetterci, bene o male, in sesto. Anche noi ed i nostri compagni potremo curare gli uomini feriti, ma è preferibile far fare ciò ad un medico, equipaggiato ed addestrato molto meglio di noi per queste situazioni.Come tutti i PNG (Personaggi Non Giocanti), anche noi potremo venire gravemente feriti, così cadremo a terra, immobili, strillando..attendendo due cose: o la morte o qualcuno che ci salvi la vita. Potremo trascinare i nostri compagni a terra dietro un riparo e da lì chiamare un medico o somministrargli cure provvisorie..e lo stesso possono fare i nostri compagni con noi. Durante i combattimenti, saranno importantissimi i ripari: stare all’aperto sotto il fuoco nemico non è una cosa molto furba da fare. I nostri compagni sapranno comunque trovarsi un riparo (magari avevamoscene3 dimenticato il soldato di supporto in mezzo al campo, lui avrà preso una copertura, in attesa di un vostro ordine, magari strillando che la sua posizione attuale non reggerà a lungo e che gli serve una copertura migliore).Per quanto riguarda i mezzi non si potranno svolgere più ruoli sui veicoli: non esiste un uomo che sappia sparare al cannone di un carro mentre lo guida e così via…se sta guidando una jeep con mitragliatrice, se vuole utilizzare l’arma montata sul tetto del veicolo, deve fermarlo e cambiare posizione…nota che con il veicolo fermo si è bersagli molto più facili…insomma, fare tutto da soli è impossibile e ‘poco salutare’. Per quanto riguarda il comando degli altri uomini, sarà presente in fondo allo schermo, la lista degli uomini della nostra squadra, sarà possibile selezionarli o in modo sequenziale premendo un tasto sulla tastiera, oppure in modo “diretto” (premendo ad esempio un numero). Gli ordini che si possono impartire sono diversi: se abbiamo selezionato un compagno (o più di uno), il cursore prenderà una particolare forma che ci farà capire che i soldati possono muoversi in quella posizione. Passando il puntatore su un nemico invece, questi prenderà la forma di un mirino, simbolo che i soldati devono attaccare il soldato in questione e non farlo tornare a casa con le proprie gambe e possibilmente in una bara con sopra una medaglia.”Molte altre informazioni le potremo trovare nella intervista che ho effettuato ad Alberto(oltrebla_snake).Il gioco anche se in fase preliminare pare molto interessante e incredibilmente realistico,badate sul sito sono scritte vecchie informazioni,quelle di questa anterima sono tutto nuove e ufficiali.

scene4

1 commento

  1. Intervista su A.I.A.P. a OTREBLA_SNAKE (by Dago) « Recensiscasi said,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: