Street Fighter IV

aprile 8, 2009 at 2:31 pm (Xbox 360)

Street Fighter IV recensione di Ed92. Versione testata: XBOX360

La storia della saga di Street Fighter è stata un tantino travagliata: il primo titolo fu un disastro, poiché si trattava di un picchiaduro in single player caratterizzato da un sistema di controllo da incubo. Il secondo capitolo (1991) fu invece ben accolto: introduceva il picchiaduro a incontri come lo conosciamo oggi, e con le sue numerose rivisitazioni ha migliorato sempre il bilanciamento dei personaggi, anche con l’aggiunta di altri. Il tanto atteso terzo capitolo (1997) ha tentato di rivoluzionare il roster dei personaggi disponibili, cambiandolo radicalmente, ma ebbe difficoltà a raggiungere l’europa per quanto riguardava il mondo console (la versione PS2 PAL non fu mai prodotta). Dopo dodici anni di spin off della saga su varie console, ecco Capcom riprendere le redini della saga principale con il quarto capitolo, per restituire gloria al suo storico marchio. Compito riuscito?

FIGHT!

Ritorno alle origini

A dire il vero Street Fighter IV non porta grandi novità. Dal punto di vista del roster si può collocare tra Street Fighter II e III: presenta tutti i personaggi principali di Street Fighter II con quattro volti nuovi disponibili fin dall’inizio (Crimson Viper, Abel, El Fuerte e Rufus, ciascuno con uno stile di combattimento unico), due sbloccabili (e non facilmente peraltro) e altri personaggi tratti da altri spin-off dell saga, per un totale di venticinque personaggi dei quali 16 disponibili già dal principio. Il gameplay è molto simile a Street Fighter II, con l’aggiunta di due barre speciali: la barra EX, utile per eseguire versioni potenziate delle mosse speciali e per, quando carica, di eseguire una SUPER COMBO, e la barra REVENGE, che come suggerice il nome si carica ad ogni colpo subito per permettere di eseguire una ULTRA COMBO, utile a stravolgere le sorti di un incontro. Due novità introdotte nel gameplay da questo capitolo riguardano l’esecuzione delle proiezioni (ora legate alla pressione di A e X(versione 360)/X e Quadrato(Versione PS3)) e il FOCUS ATTACK (B+Y/Triangolo+Cerchio), ottimo per interrompere le combo dell’avversario e iniziarne di proprie.

42468_streetfighteriv-screenshot-36_normal

Lights, Cel-Shading, Action!

Dal punto di vista tecnico SFIV è splendido da vedere: il Cel-Shading è ben fatto, e gli effetti grafici sono semplicemente eccezionali (l’hadoken di Ryu sembra quasi uscire dallo schermo). Un ulteriore effetto positivo è dato dalla resa grafica del FOCUS ATTACK: il colpo è accompagnato da una scia di “inchiostro” che dà alla grafica un approccio ancora più “fumettoso”. Gli effetti sonori sono buoni, ed è sempre una gioia sentirsi gridare, ad esempio, “SHORYUKEN”. Unica nota dolente: la musica. La scelta di incentrare la colonna sonora su un brano pop (Exile – The Next Door) non mi sembra effettivamente il massimo. Le musiche dei combattimenti sono inoltre un po’ anonime, e sarebbe stato molto meglio riprendere i vecchi brani di Street Fighter II e remixarli (questi infatti compaiono solo nella modalità arcade, nel match prima del boss finale).

HADOKEN!

Street Fighter II ultimate version?

A dire il vero, nonostante l’effetto finale del nuovo picchiaduro Capcom, molti si aspettavano di meglio: sembra infatti che molti si lamentino del fatto che SFIV sia troppo simile a Street Fighter II. E’ vero, come ho già detto non è cambiato molto, e forse si può dire che sia il titolo meno hardcore della saga (l’esecuzione delle mosse è semplificata dalla levetta analogica, seppur di poco, rendendo il titolo di fatto più accessibile), ma si sentiva davvero la mancanza di un nuovo Street Fighter, specialmente se aggiornato ma non stravolto, specialmente se con una modalità online. Proprio così: è possibile scontrarsi con avversari provenienti da tutto il mondo tramite XBOX LIVE o Playstation Network. Per i più fanatici, sempre tramite la rete è possibile acquistare i costumi alternativi dei personaggi, che vanno ad aggiungersi ad una vasta gamma di colori disponibili per i personaggi. Partendo dal presupposto che “squadra vincente non si cambia”, mi domando cosa si potesse chiedere di più ad una saga come Street Fighter: la longevità è stata ampliata a dismisura, sia per l’online, sia per le varie prove in giocatore singolo, inoltre riuscire a sbloccare il roster completo non è esattamente un compito da niente. Insomma, non si può dire esattamente che SFIV sia una versione riveduta e corretta del secondo capitolo: certo, le somiglianze sono tante, ma l’aggiunta di tutte queste opzioni ti lascerà incollato allo schermo per molto tempo, specialmente se sei provvisto di online.

Blanka vs Dhalsim

Valutazione Pro (+) e Contro (-)

+Attesissimo seguito della saga

+Grande quantità di opzioni e modalità

+Ottima grafica +Gameplay migliorato

-Colonna sonora non entusiasmante

-Non per tutti (difficoltà elevata)

Grafica: Buon uso del Cel-Shading ed effetti grafici stupefacenti. 9o/100

Sonoro: Effetti sonori azzeccatissimi. Peccato per la colonna sonora. 77/100

Gameplay: Ulteriore miglioramento nel sistema di gioco della saga. Obbiettivo raggiunto. 95/100

Longevità: Quasi infinito, forte di una modalità online e di numerosissime modalità da single player. 95/100

Fattore Innovazione: Non si tratta di una grande innovazione, ma qualcosa si è fatto…bene. 75/100

Globale (non una media): In fin dei conti un gioco ben riuscito, forse tra i migliori picchiaduro in circolazione. 90/100.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: